Il decreto del ministero della Salute 28 giugno 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 settembre 2016, modifica l’allegato IV al Dpr di recepimento della direttiva europea 92/102/CEE e avvia il conto alla rovescia per passare alla compilazione della dichiarazione con modalità esclusivamente informatiche. A partire dal 2 settembre 2017, a dodici mesi precisi dalla pubblicazione del decreto, l’allegato compilato nella Banca dati nazionale dell’anagrafe zootecnica sarà sufficiente per ritenere assolta la consegna di copia della dichiarazione ai servizi veterinari competenti per territorio.

trasporto, animaliIl decreto ministeriale sostituisce integralmente l’allegato IV in vista della dematerializzazione dei documenti cartacei che accompagnano gli animali nelle movimentazioni, con l’obiettivo di ridurre al minimo le anomalie generate da errori nella compilazione dei modelli.

Il legame diretto con le informazioni contenute già nella Banca dati nazionale dell’anagrafe zootecnica (aziende, operatori e animali) permette di semplificare l’inserimento dei dati e di omogeneizzare le informazioni ufficiali, anche nella prospettiva di eventuali controlli.

Dal 2 settembre 2017, pertanto, la compilazione del modello sarà solo telematica. L’unico caso previsto di deroga è quello di aziende con sede in zone di cui sia accertata la mancanza di copertura di rete (fissa/mobile) fino a quando non sarà completato l’adeguamento tecnologico necessario.

Inizialmente, e fino a quando l’operatività della funzionalità informatica non sarà a pieno regime, resta l’obbligo di scortare gli animali durante il trasporto con una copia cartacea del modello informatizzato, stampata direttamente dalla Banca dati nazionale dell’anagrafe zootecnica.

La compilazione della dichiarazione di provenienza e destinazione degli animali allegato al Dm in Gazzetta ad oggi vale anche come documento «informazioni sulla catena alimentare» (ICA).

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share