Nelle nuove risposte del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, valide a partire dal 29 maggio 2016, si chiariscono le modalità di scorporo dell’eventuale assegno ANF e/o MAT erogati dal Comune e come comportarsi in caso di genitore non coniugato e non convivente.Isee

Gli assegni familiari
Tra le nuove Faq di chiarimento per il calcolo Isee entrano gli assegni nucleo familiare e gli assegni di maternità erogati dal Comune.

Il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e l’Inps chiariscono che sarà necessario seguire il principio di cassa nel determinare l’importo percepito dal beneficiario nel secondo anno precedente la presentazione della DSU, rapportato al parametro della scala di equivalenza.
Per gli assegni familiari e di maternità concessi dai comuni, la sottrazione dal valore dell’Isee dell’ammontare del trattamento percepito nei due anni precedenti dalla presentazione della dichiarazione è effettuato dal comune stesso ai sensi del comma 3, articolo 18, del Dpcm n. 452/2000.

Gli assegni di mantenimento
Tra le tante nuove domande, ne esiste una riguardante la situazione di due genitori – con figlio percettore di assegno di mantenimento – non coniugati e non conviventi.

L’esclusione del genitore, non coniugato e non convivente, dal nucleo del figlio minore che riceve assegni di mantenimento, va verificata alla data di presentazione della DSU.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share