La Corte costituzionale boccia eventuali deroghe regionali e ammette le esenzioni del bollo auto solo per gli autoveicoli immatricolati almeno 30 anni fa.

auto, bolloLa decisione contenuta nella sentenza n. 242/2016 si basa sul fatto che il bollo auto è un tributo riservato alla competenza statale dallarticolo 117 della Costituzione e non può quindi essere derogato in alcun modo dalle singole regioni. La disciplina, sostengono i giudici della Consulta, deve essere la stessa in tutto il Paese.

I veicoli con età tra i 20 e i 29 anni, quindi, sono soggetti al pagamento della tassa automobilistica, anche in quelle regioni in cui in passato erano state previste esenzioni.

La rottamazione dei debiti include il bollo
Chi ha ricevuto una cartella di pagamento da parte di Equitalia può aderire alla definizione agevolata dei debiti prevista dal decreto legge n. 193/2016.

Avanzando la richiesta tramite il modulo disponibile sul sito ufficiale di Equitaliasezione modulistica – entro il 31 marzo 2017, si può ottenere lo stralcio di sanzioni e interessi di mora.

La “sanatoria” prevede la dilazione in rate dell’ammontare totale: Equitalia comunica direttamente al debitore a quanto ammontano le singole rate e la data di inizio dei pagamenti.
Basta un solo giorno di ritardo nel pagamento di ciascuna rata per far decadere l’agevolazione.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share