Sembra quasi certo lo slittamento dei termini per l’invio tramite applicativo web del file di dichiarazione: il Dpcm che dovrebbe istituzionalizzare la proroga è attesa per fine aprile. Invariate tutte le altre scadenze.

Using A Calculator To Work Out Payments In Euros
Using A Calculator To Work Out Payments In Euros

Lavoratori dipendenti e pensionati potrebbero avere due settimane in più per trasmettere il proprio 730 precompilato attraverso l’applicativo web messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. (Come si presenta il 730)

Il deputato Franco Ribaudo ha infatti presentato in Commissione Finanza della Camera una risoluzione che prevede lo spostamento della consegna/trasmissione alle Entrate da parte di Caf e Inermediari nonché dei contribuenti per il 730 precompilato al 23 di luglio in via definitiva. Per quest’anno, però, poiché il termine cadrebbe di sabato, la scadenza ultima per l’invio sarebbe il 26 luglio.
Si attende ora che la decisione, ratificata attraverso un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, avalli questa richiesta: il Dpcm dovrebbe essere firmato entro fine aprile per evitare che si ripeta lo slittamento a ridosso della scadenza come lo scorso anno.

Niente cambia per le altre scadenze, anche se dovesse verificarsi lo spostamento del termine ultimo per la presentazione della dichiarazione dei redditi.
Dal 15 aprile al 2 maggio 2016, nel cassetto fiscale dei contribuenti (per accedere è necessario il codice PIN) sarà disponibile il 730 precompilato o l’Unico precompilato da consultare e verificare.
Tra il 2 maggio e fino al 7 luglio (potenzialmente il 23 luglio) sarà possibile integrare le spese o modificare il 730 precompilato, accettare la versione finale e inviare la propria dichiarazione dei redditi.

Si può effettuare la registrazione ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate attraverso questo link.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share