Il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo promuove l’evento che unisce attraverso le esibizioni musicali tutta l’Europa. Da oltre 30 anni, tantissime città organizzano per il 21 giugno esibizioni, principalmente all’aria aperta, di musicisti di ogni livello e di ogni genere.
Per iscriversi c’è tempo fino al 10 giugno: basta compilare il form disponibile sul sito dedicato www.festadellamusica.beniculturali.it

14892314_mSe sei un musicista, o fai parte di un complesso musicale, basta entrare nella piattaforma creata dal Mibact, scegliere la città in cui vorresti esibirti e inviare online la richiesta di iscrizione.

Il “dove” all’interno delle città è a discrezione dell’organizzazione in accordo con le disposizioni del Comune e così anche il “tempo” per suonare: molto dipende dal numero di iscrizioni.

L’organizzazione stessa mette a disposizione sui palchi una back line base che comprende un amplificatore per basso, uno per la chitarra, una batteria sprovvista di piatti e i microfoni. Eccezion fatta per il batterista, quindi, i musicisti dovranno pensare solo a portarsi gli strumenti musicali.
A cura dell’organizzazione anche il corretto comportamento con la Siae: il modulo da compilare vi sarà dato direttamente dall’organizzazione.

Scuole di musica e danza, Conservatori, organizzazioni associative, Pro Loco che volessero organizzare progetti durante la Festa della Musica possono inviare il form d’iscrizione per artisti, descrivendo in breve il progetto. L’organizzatore locale valuterà l’interesse e contatterà il referente per verificarne fattibilità e attinenza con la manifestazione.

Qualche nota storica

La festa della musica ha 31 anni : dal 1985, anno europeo della Musica, riempie le città d’Europa e del mondo.

Nasce il 21 giugno 1982 su iniziativa del ministero della Cultura francese che, in quella data, riempì strade, cortili, stazioni, musei di musicisti dilettanti e professionisti e inizia a strutturarsi nel 1995 grazie all’impegno delle città di Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma e Senigallia, le fondatrici dell’Associazione Europea Festa della musica.

Al momento sono 137 le città e 5121 gli artisti pronti a suonare il prossimo 21 giugno per celebrare il solstizio estivo. Numeri destinati ad aumentare entro la data di chiusura delle iscrizioni il 10 di giugno.

In Italia è prevista un’anteprima per il 18 giugno con oltre mille ragazzi in piazza nella splendida cornice della città di Mantova, capitale italiana della cultura 2016.

 

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share