Una lista di consigli e informazioni pratiche per combattere gli sprechi alimentari: dalla lista prima di fare la spesa alla lettura della data di scadenza, dalla corretta conservazione degli alimenti all’impiego degli avanzi in nuove ricette.

Le importanti informazioni sono contenute nel vademecum #IoNonSpreco del Ministero delle Politiche Agricole: pensate che il 50% degli sprechi alimentari avviene ancora in casa, visto che ogni anno infatti in Italia finiscono nella spazzatura 12 miliardi di alimenti.

Bastano, quindi, piccoli gesti quotidiani per ridurre sensibilmente le perdite di cibo attraverso un consumo più consapevole e sostenibile. Vediamo un po’ le direttrici del vademecum:

  1. prima della spesa, controllare in dispensa e nel frigorifero scrivendo una lista dei prodotti che effettivamente servono;
  2. acquistare prodotti freschi il più possibile e nella giusta quantità;
  3. scegliere sempre frutta e verdura con la giusta maturazione;
  4. in caso di acquisto di prodotti preconfezionati, scegliere la quantità adatta ai propri bisogni;
  5. leggere sempre l’etichetta per conoscere l’esatta scadenza;
  6. in caso di scorte, consumare prima quelli con la data di scadenza più vicina;
  7. non esagerare con le porzioni e, in caso di pranzo/cena al ristorante, chiedere la family bag o la doggy bag;
  8. conservare i cibi nel giusto ripiano del frigo (ogni ripiano ha una temperatura diversa);
  9. conservare bene i prodotti già aperti;
  10. etichetta: la scritta “da consumarsi entro” significa che oltre quella data il prodotto non va consumato;
  11. etichetta/2: la scritta “da consumarsi preferibilmente entro” significa che si può consumare il prodotto oltre la data indicata senza rischi per la salute.
Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share