Il decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 27 giugno si riferisce agli studenti delle scuole dell’obbligo e secondarie superiori e conferma lo stanziamento di 103 milioni di euro per finanziare la fornitura di libri di testo agli alunni in comodato, gratis o con rimborso parziale della spesa sostenuta.

borsa studio libriAlle Regioni sono distribuite quote di questi fondi secondo quanto disposto dal decreto Miur 27 giugno 2016; a loro volta esse emaneranno disposizioni specifiche per l’erogazione di quella che, comunemente, è denominata “dote scuola”.
Le indicazioni cui bisogna far riferimento sono appunto quelle regionali: ciascun cittadino può in ogni caso chiedere informazioni specifiche all’istituto scolastico presso il quale i propri figli frequenteranno l’anno scolastico 2016/2017.

Tre quarti dell’intera somma sono destinati agli alunni della scuola dell’obbligo mentre la parte restante andrà a coloro che frequenteranno la scuola secondaria superiore. Gli importi medi dell’assegno sono rispettivamente di 175 e 114 euro per ciascun alunno, se prendiamo in considerazione la popolazione scolastica e la base dati Istat sulle condizioni di vita delle famiglie.

Per accedere all’agevolazione, infatti, è necessario avere a disposizione il proprio ISEE aggiornato e non superare la soglia di reddito indicata. Nel piano di riparto dei fondi, il Miur indica come beneficiari le famiglie con reddito inferiore a 15.493,71

Aggiornamenti (20 settembre 2016)

Di seguito i link alle disposizioni regionali per la dote scuola 2016/2017.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share