Entrano in vigore le norme del decreto 121/2016 del Ministero dell’Ambiente, già pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.157 del 31 maggio 2016: i distributori di nuove AEE potranno ritirare direttamente i cosiddetti Mini-RAEE inferiori ai 25 centimetri, come ad esempio smartphone, tablet, camere digitali e piccoli pc portatili.

tecnologiaDa venerdì, i distributori di nuove apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) dovranno ritirare, immediatamente e in forma gratuita, i cosiddetti mini-Raee.

La novità è contenuta nel decreto del ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare che introduce «modalità semplificate per lo svolgimento delle attività di ritiro gratuito da parte dei distributori di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di piccolissime dimensioni nonché requisiti tecnici per lo svolgimento del deposito preliminare alla raccolta presso i distributori e per il trasporto, ai sensi dell’articolo 11, commi 3 e 4, del decreto legislativo 14 marzo 2014 n. 49». Otto articoli e due allegati che disciplinano il conferimento secondo il criterio di ritiro dell’uno contro zero a partire dalle procedure, dai requisiti tecnici per svolgere il deposito preliminare e il trasporto fino al centro di raccolta o a un impianto di trattamento.

Obblighi informativi

Il decreto prevede che i soggetti interessati al ritiro dovranno informare, in via preventiva, gli utilizzatori sulla gratuità di lasciare presso di loro tablet, smartphone, piccoli pc portatili e fotocamere digitali, ad esempio, senza essere obbligati ad acquistare un nuovo articolo.

Espressa la previsione di campagne informative e di sensibilizzazione anche attraverso le associazioni di categoria da parte dei distributori, con iniziative commerciali incentivanti o premiali.

Per i distributori di AEE con superficie di vendita al dettaglio di almeno 400 mq, il ritiro one one zero è obbligatorio ai sensi del Dlgs n. 49/2014 mentre se la superficie di vendita è inferiore o si è venditori a distanza, l’ammissione al ritiro è facoltativo.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share