Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha firmato un protocollo d’intesa con Ubi Banca che mette a disposizione un plafond finanziario di 2 miliardi di euro, per il triennio 2016-2018, per agevolare l’accesso al credito delle imprese che operano nel settore agricolo e agroalimentare.

Due miliardi di credito agevolato per l’agricoltura: un accordo per «semplificare il rapporto tra istituti bancari e imprese, rilanciando la specializzazione del credito agrario». Ad affermarlo il ministro Maurizio Martina subito dopo la firma del protocollo d’intesa che stanzia, per il triennio 2016-2018, un platfond finanziario di 2 miliardi di euro per l’accesso al credito delle imprese del settore agricolo e agroalimentare.
Investire, creare opportunità anche occupazionali, con un’attenzione specifica ai giovani. «Il settore agroalimentare è strategico per la nostra economia ed ha un potenziale enorme che dobbiamo sfruttare», ha continuato il Ministro.
(Leggi anche l’operazione del Mipaaf a favore dell’agricoltura sociale)

Dall’altro lato Ubi Banca che attraverso il presidente del consiglio di Sorveglianza, Andrea Moltrasio, spiega come il platfond sia «principalmente destinato alla realizzazione di piani d’investimento destinati alla valorizzazione e allo sviluppo delle filiere produttive italiane», con un occhio di riguardo alla valorizzazione dei prodotti Dop (qui la brochure Farm & Food).

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share