Le semplificazioni del Mise sulla modifica online dell’atto costitutivo e dello statuto, redatti a norma dell’articolo 4, comma 10 bis del Dl 3/2015 e del Dm 28 ottobre 2016, saranno pienamente operative a partire dal 22 giugno.

Il decreto direttoriale del ministero dello Sviluppo Economico del 4 maggio 2017 dettano tempistiche e specifiche tecniche per l’attuazione di cui agli allegati AB del decreto, con cui si consente la predisposizione di atti modificativi degli atti costitutivi e statuti in formato – elaborabile – XML.

canoneCome
Le modifiche andranno apportate e sottoscritte con firma digitale direttamente sulla piattaforma startup.registroimprese.it

La piattaforma stessa permette di scegliere quali tipologie di modifiche apportare, specificando anche quali specifiche sono considerabili facoltative e quali invece sono obbligatorie rispetto alle novità introdotte negli atto.

Conclusa la fase di modifica, gli atti devono essere controfirmati a norma dell’articolo 24 del Cad: dal Presidente dell’assemblea e da tutti i soci che hanno approvato la modifica oppure, nel caso di società unipersonale, dall’unico socio.
Sarà poi il Ministero a verificare i dati inseriti.

L’iter
L’atto modificativo, cui è stato assegnato un numero di registrazione in via provvisoria, è trasmesso con comunicazione unica all’ufficio per le imprese competente che automaticamente lo protocolla.
Nel caso di esito positivo, l’ufficio procede entro 10 giorni dalla data di protocollo,all’iscrizione provvisoria in sezione ordinaria che, nei 10 giorni successivi deve diventare iscritta nella sezione speciale.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share