Dal 18 ottobre 2015 è stato eliminato l’obbligo di esporre sui vetri delle macchine il contrassegno attestante l’avvenuto pagamento del premio per l’assicurazione RCA. Il controllo sarà effettuato telematicamente dagli agenti di polizia. Per scongiurare qualsiasi tipo di contestazione, però, è sempre meglio avere una copia nell’abitacolo.

Tagliando di carta? Addio!
Non servirà più esporre il tagliando sul parabrezza perché, in fase di controllo, saranno gli agenti di polizia a collegarsi alla banca dati della Motorizzazione per verificare la regolarità della polizza, così come previsto dal decreto 24 dicembre 2012 n. 27 (Gazzetta Ufficiale 3 gennaio 2013 n. 232).

Attenzione però, perché permane l’obbligo di tenere a bordo del veicolo il certificato di assicurazione ai sensi dell’articolo 180 del Codice della Strada.
In caso di controlli, quindi, l’automobilista potrà dimostrare di essere in regola con la stipula del contratto di assicurazione esibendo il certificato ed evitando così che un qualsiasi disallineamento tra lo stato dei fatti e l’aggiornamento della banca dati delle coperture Rc auto comporti la necessità di ulteriori verifiche.

Tutti possono verificare la presenza di copertura assicurativa sulle auto collegandosi al Portale dell’automobilista. Nel caso in cui ci si accorga che non risulta l’assicurazione sul veicolo per cui si è pagato il premio, è possibile segnalare il fatto alla propria compagnia assicurativa ed eventualmente presentare reclamo all’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share