Il Viminale interviene ancora nell’interpretazione delle nuove norme introdotte dall’articolo 8 del Dl n. 13/2017 in materia di «Disposizioni urgenti per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto dell’immigrazione illegale».

archivio, referendumNella circolare del 18 maggio 2017 n. 5, il ministero dell’Interno si sofferma sull’articolo 5-bis introdotto nel Dlgs 18 maggio 2015 n. 142, denominato “iscrizione anagrafica“.
La norma prevede ora che possa applicarsi l’istituto della convivenza anagrafica sia al richiedente asilo ospitato nei centri di prima accoglienza sia nel caso si trovi in strutture temporanee, ad eccezione del caso in cui non risulti individualmente registrato in anagrafe.

La novità di maggior rilievo rispetto alla disciplina di riferimento è legata alle modalità di cancellazione anagrafica che diventa immediata, applicabile tanto alle ipotesi di revoca delle misure di accoglienza che a quelle di allontanamento ingiustificato del richiedente.
Viene in ogni caso salvaguardato il diritto dell’interessato ad essere nuovamente iscritto.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share