La patente di guida va rinnovata ogni 10 anni? Dipende: la scadenza standard per la patente B (quella per automobili e scooter fino a cilindrata 125cc) si riferisce a chi possiede un documento e ha meno di 50 anni di età con documento rilasciato dopo il 9 febbraio 2012, in virtù di quanto previsto dall’art.7 del decreto-legge 5/2012.

commercio auto usate online

La data di scadenza delle patenti A e B (per le altre categorie di patenti rimane tutto invariato) coinciderà cioè con il giorno del proprio compleanno: se ad esempio la patente di guida scade il 20 aprile 2018 e il mio compleanno cade il 25 agosto, quando il 20 aprile 2018 si andrà a rinnovare la patente in scadenza, essa sarà rinnovata fino al 25 agosto 2026 e non fino al 20 aprile 2026.

E poi, come si rinnova la patente? Cosa serve? Bisogna ri-eseguire qualche test (ad esempio della vista)? Quanto costa?

Rinnovo patente di guida: ogni quanto tempo?
Se non ci sono eventi inconsueti che mettano in dubbio la capacità dell’automobilista alla guida è obbligatorio aggiornare la patente:

  • ogni 10 anni fino ai 50 anni di età;
  • ogni 5 anni per gli automobilisti di età compresa tra 50 e 70 anni;
  • ogni 3 anni per gli automobilisti di età compresa tra 70 e 80 anni;
  • ogni 2 anni per gli automobilisti di oltre 80 anni.

Se, al contrario, il documento è stato rilasciato originariamente prima del 9 febbraio 2012, vale la data di scadenza riportata sul vecchio tesserino cartaceo rosa; almeno fino al primo rinnovo della patente B, dopo il quale è valida la regola del compleanno, con le scadenze riportate.

Rinnovo della patente: dove si fa e quanto costa
Si può procedere con il rinnovo da 4 mesi la scadenza del documento. Le opzioni sul ‘dove’ sono molteplici e, ovviamente, ognuna ha un costo diverso. E’ possibile rivolgersi a un’autoscuola, a una delegazione ACI, alla Motorizzazione Civile o direttamente all’ASL. In qualsiasi caso è obbligatorio prenotare una visita medica per confermare la completa idoneità alla guida dell’automobilista.

In genere la cifra è compresa tra i 100 e i 130 euro, ma è sempre meglio informarsi prima di procedere. Di certo, la spesa minore è quella che contempla il rinnovo alla Asl per prenotare la visita medica necessaria al rinnovo della patente di guida.

Il costo per il rinnovo della patente di guida è variabile anche in questo caso da Asl ad Asl: si spendono 26,20 (10,20 e 16 euro) per i due versamenti, ai quali si aggiungono i 6,80 euro per la spedizione della nuova patente e il costo della visita medica. In genere il costo complessivo si aggira tra i 60 e i 90 euro.

Procedura di rinnovo patente
I due versamenti vanno effettuati da un ufficio postale: uno di 10,20 euro sul C/C 9001 intestato al Dipartimento dei Trasporti Terrestri e uno di 16 euro a titolo di imposta di bollo sul C7C 4028 (in entrambi i casi si trovano i bollettini in posta). La visita medica invece si paga direttamente presso la struttura sanitaria.

Alla visita è necessario portare patente di guida, carta d’identità o passaporto, tessera sanitaria, due foto formato tessera uguali, ricevuta dei due bollettini, autocertificazione per eventuali patologie, occhiali da vista nel caso in cui il soggetto ne faccia abitualmente uso.

Se la visita dà esito positivo, ovvero attesta l’idoneità psico-fisica del soggetto per il rinnovo della patente di guida, viene rilasciato un documento provvisorio con validità di 60 giorni che ne attesta il rinnovo e la nuova data di scadenza finché non arriverà la nuova patente formato tessera per posta. Il documento provvisorio è riconosciuto solo in Italia, quindi non è consentito guidare all’estero finché non si entra in possesso della nuova patente.

Guidare con la patente scaduta: cosa si rischia
L’art. 126 del Codice della Strada dispone che un conducente è sorpreso a guidare con la patente di guida scaduta subisce due sanzioni:

  • una sanzione amministrativa pecuniaria: costo multa da 159 a 639 euro;
  • una sanzione amministrativa accessoria: ritiro della patente e 10 giorni di tempo per procedere con il rinnovo.

Per quanto riguarda il ritiro della patente scaduta, dopo 10 giorni, la stessa passa in mano alla Prefettura; dove verrà consegnata al legittimo titolare solo se lo stesso sarà munito di certificato medico che attesta l’avvenuto rinnovo.

Patente scaduta da più di 3 anni
Attenzione: se la patente di guida è scaduta da oltre 3 anni non è più possibile rinnovarla. In tal caso deve essere rifatta sostenendo l’esame di teoria e l’esame pratico.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share