Sulla Gazzetta Ufficiale le prime indicazioni dell’Autorità per armonizzare gli affidamenti di incarichi alla luce delle disposizioni riportate, in vari punti, nel nuovo Codice dei contratti.
riqualificazionePer chi
La disciplina di riferimento per l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria, nonché di altri servizi tecnici, è indirizzata agli operatori economici esercenti una professione regolamentata ai sensi dell’articolo 3 della Direttiva 2005/36/CE:

«professione regolamentata»: attività, o insieme di attività professionali, l’accesso alle quali e il cui esercizio, o una delle cui modalità di esercizio, sono subordinati direttamente o indirettamente, in forza di norme legislative, regolamentari o amministrative, al possesso di determinate qualifiche professionali; in particolare costituisce una modalità di esercizio l’impiego di un titolo professionale riservato da disposizioni legislative, regolamentari o amministrative a chi possiede una specifica qualifica professionale. Quando non si applica la prima frase, è assimilata ad una professione regolamentata una professione di cui al paragrafo 2;»

Lo scopo
Le linee guida dell’Anac voglio garantire efficienza e omogeneità dei procedimenti amministrativi per razionalizzare le attività di progettazione e delle verifiche successive.

L’introduzione progressiva di metodi e strumenti elettronici specifici per l’edilizia e le infrastrutture ha l’obiettivo inoltre di approfondire il dialogo tra le varie componenti della progettazione, dalla fase di aggiudicazione all’esecuzione dei lavori.

I punti essenziali
Le linee guida entrano nel dettaglio delle modalità di affidamento (niente contratti a tempo determinato) e della continuità nella progettazione, mentre rimane il divieto per chi ha progettato di partecipare alla gara d’appalto dei lavori.

La relazione geologica non può essere subappaltata, a parte le indagini geognostiche e le prove geotecniche, ricorda l’Anac.

Il quarto principio fondamentale delle linee guida riguarda la cauzione provvisoria e le coperture assicurative: la stazione appaltante può chiedere solo la copertura assicurativa per la responsabilità civile professionale ma non anche la cauzione provvisoria per i concorrenti agli incarichi di progettazione, redazione del piano di sicurezza e coordinamento e dei compiti di supporto al RUP.

Progettazione ed esecuzione sono distinte e per legge l’affidamento non può essere congiunto a meno che non si tratti di appalto in settori speciali.

La struttura delle linee guida
Il documento dell’Anac entra nel dettaglio degli affidamenti in relazione alle diverse soglie e delle relative procedure e, insieme, raggruppa gli elementi essenziali in una serie di box di sintesi.

Un paragrafo a parte è dedicato a classi, categorie e tariffe professionali con l’invito alle stazioni appaltanti di evitare interpretazioni eccessivamente formali nella comparazione ai fini della dimostrazione dei requisiti tra le attuali classificazioni e quelle della legge n. 143/1949.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share