Cila e Scia: il significato dietro le sigle

Cila e Scia: il significato dietro le sigle

Cosa significano gli acronimi Scia, Cila, Sca? In quale ambito si usano? A cosa servono?
Un piccolo viaggio nelle parole dell’edilizia che inizia dalle fondamenta, dalle sigle che accompagnano le pratiche necessarie da utilizzare per interagire con la pubblica amministrazione al fine di ottenere le necessarie autorizzazioni.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share
Il credito d’imposta è cedibile per eco e sismabonus

Il credito d’imposta è cedibile per eco e sismabonus

Fornitori e altri soggetti privati, secondo la legge di bilancio per il 2017, possono ricevere “in dote” la detrazione spettante a seguito di determinati interventi riguardanti lavori effettuati sulle parti comuni degli edifici. Questo credito d’imposta, però, non può essere trasferito a banche e intermediatori finanziari.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share
Affitti brevi, arriva la cedolare secca

Affitti brevi, arriva la cedolare secca

Cedolare secca e intermediari immobiliari, anche online, che agiscono come sostituti d’imposta. Dal 1° giugno dovevano essere applicate le nuove norme per la gestione degli affitti brevi ma manca l’approvazione della conversione in legge del Dl 50/2017 e le regole applicative dell’Agenzia delle Entrate.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share
La videosorveglianza ha un bonus del 100%

La videosorveglianza ha un bonus del 100%

L’Agenzia delle Entrate istituisce un codice tributo specifico per riportare in F24 il credito d’imposta sulle spese in sicurezza: impianti di videosorveglianza o di allarme piuttosto che contratti con istituti di vigilanza diretti alla prevenzione di attività criminali.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share
La successione diventa digitale

La successione diventa digitale

Online sul sito dell’Agenzia delle Entrate il software per compilare in forma telematica il modello di dichiarazione di successione.
Fino al 31 dicembre 2017 procedura cartacea e digitale viaggeranno in parallelo: dal 1° gennaio 2018 il modulo di carta sarà inutilizzabile con l’eccezione delle successioni avviate prima del 3 ottobre 2006 e delle integrazioni, sostituzioni e modifiche di una dichiarazione cartacea.

Pensi possa interessare qualcun'altro? Post it!
Share